Minacce contro la Lega a Varese. Ecco cosa è successo. Solidarietà dagli altri partiti

Il percorso politico della Lega al governo sta certamente sortendo degli effetti non indifferenti. Lo si nota ogni giorno guardando i telegiornali e il gradimenti di Salvini sale ogni settimana.

Ma si sa, insieme ai consensi ci sarà sempre una minoranza di oppositori più o meno a ragione. E, soprattutto, con metodi più o meno ortodossi. Di certo quello che sta succedendo in questi giorni è evidenza del fatto che si stanno superando i limiti. Infatti a Torino sono apparsi dei disegni raffiguranti Salvini impiccato a testa in giù.

Contemporaneamente, alla sede di Varese della Lega è stata recapitata una busta contenente due proiettili, a chiaro scopo intimidatorio. Ecco la reazione del governatore della Lombardia, Attilio Fontana:

«Mi viene da dire che la mamma degli scemi è sempre incinta! Ma se invece qualcuno pensa di intimidirci, beh allora si sbaglia di grosso. Noi andiamo avanti più forti e determinati di prima. In ogni caso, solidarietà ai miei amici di Varese».

La busta con le due pallottole è stata trovata nel pomeriggio proprio all’ingresso della sede del partito ed ora sul caso stanno cercando di fare un po’ di chiarezza gli inquirenti. A denunciare la minaccia è stato il commissario della sezione di Varese, Andrea Gambini.

«Condanno apertamente ogni atto di violenza – interviene il consigliere lombardo del Movimento 5 stelle, Dario Violi – La politica, come tutto l’attivismo civico, si fa a viso aperto anche con scontri e confronti, ma ciò non deve passare attraverso minacce o atti vandalici che offendono solo la democrazia ed il libero pensiero».

«A nome di Fdi della Lombardia – fa sapere la senatrice Daniela Santanchè – esprimo la piena solidarietà a Paolo Grimoldi e alla LegaLombarda. La violenza e l’intimidazione non possono essere strumenti del dibattito politico e devono essere condannati da tutte le forze indipendentemente dallo schieramento di appartenenza»“.

Atto sicuramente da condannare – e condannato anche dal PD – che non fermerà l’operato della Lega né ne cambierà la linea politica.

Fonte: Il Giornale

Fonte foto: News24