Licenziato, piazza una bomba in ospedale per vendicarsi. L’ordigno era potentissimo.

Qualche giorno prima con decisione della Commissioni Disciplinare, un dipendente dell’ospedale Garibaldi di Catania era stato licenziato in tronco.

L’uomo, quarantasette anni, ha pensato di vendicarsi. Per farlo ha deciso di costruire un ordigno esplosivo e posizionarlo proprio nel posto in cui ha lavorato per tanti anni.

La bomba era formata da 17 flaconi di plastica con dentro benzina, collegati a un timer. Il sistema era tanto rudimentale quanto efficace.

Il flacone di plastica aveva una capacità di mezzo litro; dentro un liquido infiammabile, dove era immerso il capo di un filo elettrico a sua volta collegato a un timer.

Quest’ultimo era collegato a una prolunga elettrica la cui spina, già inserita in una presa, era appoggiata per terra.

Fortunatamente, l’ordigno è stato ritrovato dal responsabile d’ufficio che ha immediatamente distaccato la bomba.

L’accusa di fabbricazione e trasporto in pubblico di ordigno micidiale da parte della squadra mobile di Catania ha portato all’arresto dell’uomo.

Fonte: Adnkronos

Foto credit: cronocaoggiquotidiano