Incredibile ma vero. Agente perde mano e occhio. E gli antifascisti festeggiano così.

Il 27 luglio a Cagliari è in programma una festa in solidarietà a tre anarchici accusati di aver messo una bomba contro una libreria di CasaPound a Firenze.

I fatti risalgono a Capodanno 2017. Sulla locandina che pubblicizza l’evento è scritto: «Durante quest’azione, è rimasto ferito lo sbirro ficcanaso che cercava di disinnescare l’ordigno, lasciando sul posto una mano e un occhio.

A noi non interessa sapere chi sia stato e continueremo a gioire ogniqualvolta qualcuno attacca i fascisti, meglio ancora se uno sbirro ci va di mezzo».

Il poliziotto, che ne è rimasto vittima, ha perso una mano e un occhio per disinnescare quell’ordigno. Ed intanto, gli anarchici festeggiano a suon di musica e danze.

Ma c’è chi come Salvatore Deidda, deputato sardo di Fratelli d’Italia, non ci sta a tutto questo, tanto è che ha portato il caso in Parlamento.

Sulla sua pagina Facebook ha scritto: «Mi dispiace dare spazio a queste schifezze, ma questa mattinaho presentato un’interrogazione per denunciare a livello parlamentare quanto a Cagliari sta avvenendo da qualche anno, in particolare da quando c’è una certa parte politica che amministra il Comune.

Piena solidarietà agli uomini delle forze dell’ordine e condanna per chi oggi, ancora, prova a fomentare l’odio e la violenza politica. Sono stati tollerati sin troppo. Basta loro e chi li sostiene e fiancheggia».

Diciamo grazie a Mario e a tutti i poliziotti, suoi colleghi, che continuano a fare il loro lavoro per la sicurezza degli italiani.

Fonte: Libero

Foto credit: Libero