Migranti, litigano tra loro in modo Assurdo. Poi la Polizia fa una Scoperta Assurda!

Due fratelli tunisini di 33 e 35 anni sono stati fermati dalla Polizia e portati in Questura.

Le pattuglie sono intervenute a seguito di una chiamata che riferiva di un violento litigio tra immigrati, uno dei quali brandiva un grosso coltello.

Infatti su Il Populista leggiamo come sono andati i fatti:

Due fratelli tunisini, di 33 e 35 anni, nascondevano sotto il sedile del passeggero dell’auto sulla quale viaggiavano uno zainetto con dentro tre grossi coltelli da cucina: lo hanno scoperto le due pattuglie della volante intervenute giovedì sera dopo le 19 a Ponte San Giovanni, una frazione della città di Perugia, dopo che una telefonata aveva segnalato al 113 una lite in corso tra alcuni immigrati, con uno di loro che, mentre parlava al cellulare, teneva in mano un grosso coltello.

Le volanti sul luogo della lite non hanno trovato nessuno, ma hanno bloccato una macchina che si stava allontanando: a bordo c’erano i due fratelli tunisini. Trovato lo zainetto con i coltelli, gli agenti di polizia hanno portato entrambi in Questura: qui il tunisino che guidava la macchina è stato denunciato per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere. Per entrambi sono state avviate le procedure per eseguire l’espulsione.

Il rischio è reale.
Chi dice il contrario pecca di buonismo.

Purtroppo, spesso, ci troviamo in casa persone che sono veramente dei seri pericoli.
Come testimoniano questo evento e molti altri che registriamo ogni giorno.

Per fortuna, questa volta le cose si sono risolte per il meglio, speriamo che sia così anche nelle prossime volte.

Foto Credits: Qui