Migranti a rischio per Incendio. Arrivano i Pompieri a Salvarli ma ecco in che modo li Ringraziano… Assurdo!

Ciò che vi stiamo per raccontare, ci rendiamo conto, che ha dell’assurdo, ma è tutto vero e per dover di cronaca dobbiamo riportarvi la notizia.

Il tutto è successo a Reggio Calabria. Qui, i vigili del Fuoco sarebbero stati aggrediti da un gruppo di Migranti infuriati con loro.

Leggiamo su Il Giornale maggiori dettagli:

A Reggio Calabria, nella notte, un incendio ha devastato la tendopoli di San Ferdinando, dove nel periodo estivo vivono alcune centinaia di migranti. Secondo la ricostruzione una persona sarebbe rimasta lievemente ferita. Il rogo ha distrutto baracche e tende della protezione civile. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e i carabinieri, che hanno aperto un’indagine per ricostruire l’origine dell’ incendio.

Davvero inquietante un particolare della vicenda: i vigili del fuoco sono stati infatti aggrediti dai migranti . E anche su questo fronte i carabinieri hanno aperto un’inchiesta. Dopo qualche minuto di attività di spegnimento dal bordo della strada, i vigili del fuoco hanno fatto ingresso all’interno dell’accampamento dove però sono stati circondati e aggrediti da decine di immigrati, infuriati perché, a loro dire, i vigili del fuoco sarebbero intervenuti in ritardo.

I pompieri sono riusciti appena in tempo a risalire a bordo del mezzo, che è stato fatto oggetti di lancio di sassi, che hanno sfondato i finestrini laterali e danneggiato il parabrezza. Solo ieri mattina, sotto la scorta della polizia e dei carabinieri, i vigili del fuoco hanno potuto spegnere gli ultimi focolai. A bruciare resta invece la polemica, con un Paese – l’Italia – in balìa dell’emergenza migranti.

Li salvano e per ringraziarli li prendono a sassate.
Ecco che fine abbiamo fatto!

Che ne pensate?
Diteci la vostra!
Grazie.

Foto Credit: Qui