Parla e rosica ancora il fiorentino. Tutto il suo delirio in questa intervista shock.

Proprio non la manda giù quella sconfitta che lo ha visto protagonista di una disfatta da leggenda greca.

E parla ancora Matteo Renzi. Anzi rosica. In un’intervista rilasciata al quotidiano Il Giorno, mostra tutto il ridicolo, e si dice ancora promotore del sogno Pd.

Quando gli chiedono se D’Alema e Bersani possano ritornare, lui risponde così: “Quello che hanno fatto Bersani e D’Alema al referendum e con la scissione non ha portato alla vittoria di una sinistra radicale, ma della destra radicale”.

Ancora più assurde le sue affermazioni sul nuovo governo: “Questa divisione ha portato Salvini al governo, non l’Internazionale socialista”.

E poi pensa al futuro, in una prospettiva alquanto bizzarra: “Se smettiamo di litigare presto toccherà di nuovo a noi”. Difficile dare credito a queste affermazioni.

Dalle sue parole, sembra quasi trapelare il fatto che Salvini sia al governo solo per colpa di Leu, dimenticando la fiducia e il consenso del popolo sovrano.

Forse il democratico Renzi dimentica che alle ultime elezioni Pd e Leu, insieme, hanno raccolto poco più del 20 per cento.

Caro Matteo Renzi, il tracollo del Partito Democratico e di tutti i suoi esponenti va ricercato altrove. Non in Salvini, ma nella forte delusione degli italiani, stanchi di una vecchia politica.

Fonte: Libero

Foto credit: intelligonews