Dati Istat 2017 impietosi: il PD ha lasciato l’Italia con 5 milioni di poveri. Ecco tutti i dati

Negli ultimi anni abbiamo sentito la barzelletta di una presunta ripresa, raccontataci da Renzi prima e Gentiloni poi. Ma bastava guardare la realtà per vedere che qualcosa non andava.

E così, l’ultimo rapporto Istat fotografa una situazione impietosa: oltre cinque milioni di italiani – membri di circa 1 milione e mezzo di famiglie – vivono in condizione di povertà assoluta.

Sono dati allarmanti, in quanto rappresentano un ulteriore aumento dell’incidenza della povertà assoluta dal 2016, nonché il dato più alto dal 2005.

Rimane elevata la povertà nelle famiglie dove è presente almeno un figlio minore, con un’incidenza del 10,5%, mentre sale fino al 20,9% in quelle con tre o più figli minori. I dati rivelano che le Regioni italiane più colpite sono quelle del Mezzogiorno, ma la situazione interessa anche le periferie delle aree metropolitane del Nord.

Lo studio dell’Istat ha dimostrato che l’incidenza della povertà assoluta diminuisce, quando aumenta l’età della persone di riferimento in famiglia: si passa dal 4,6% se il riferimento è un ultra 64enne, al 9,6% se è di età inferiore ai 35 anni. Non solo l’età, ma anche il lavoro ha un ruolo centrale, nel determinare la soglia di povertà, che è maggiore nei disoccupati.

L’incidenza della povertà assoluta viene calcolata, come precisato dall’Istat, sulla base delle spese mensili minime necessarie all’acquisto di beni e servizi considerati essenziali al raggiungimento di uno standard di vita accettabile.

Nel 2017, versavano in una situazione di povertà assoluta il 6,9% delle famiglie (contro il 6,3% del 2016) e l’8,4% degli individui (7,9% nel 2016). Entrambi i valori risultano i più alti della serie storica, che prende avvio dal 2005 e non aveva mai avuto dati così negativi“.

Questi oltre 5 milioni di italiani, i più poveri, sono stati i primi ad essere dimenticati dai governi PD e dai vari governi tecnici che si sono succeduti negli ultimi anni. È ora di fare qualcosa, a partire da loro.

Fonte: Il Giornale

Fonte foto: Il Giornale