Colpo di scena tra gli elettori Pd: “vogliamo le frontiere chiuse.”

Si avvicinano le elezioni del 4 marzo e una buona percentuale dei sostenitori del Pd ora si schierano per mandare via i clandestini.

Tra gli elettori del Pd un colpo di scena in vista delle elezioni. Molti sono sicuri di volere le frontiere chiuse. Alcuni manifestano dubbi sulla questione immigrazione, ma qualcosa sta cambiando anche all’interno del partito.

Leggiamo i dettagli specificati su Il Giornale:

I cruenti episodi che si sono succeduti hanno scosso notevolmente i cittadini, acutizzando la sensibilità verso la problematica, già peraltro fortemente attuale, dell’accoglienza e della «gestione» degli immigrati. In particolare, si sono manifestati nell’opinione pubblica due fenomeni paralleli, entrambi relativi alla questione dell’immigrazione: un incremento dell’ostilità verso l’accoglienza (un trend, quest’ultimo, che si era già rilevato nei mesi scorsi), ma anche, specialmente, un aumento notevole dello sconcerto verso ciò che sta accadendo in questi giorni, presente anche tra quanti, in passato, avevano espresso posizioni più «aperte» nei confronti della questione.

Ce lo rivela un sondaggio, condotto questa settimana dall’Istituto Eumetra MR di Milano, intervistando un campione rappresentativo di popolazione al di sopra dei 17 anni di età. Agli interpellati è stato nuovamente posto un quesito ormai «classico» sulla opportunità di accogliere gli immigrati, che invita a scegliere tra tre opzioni: chiusura totale, parziale e apertura.

Ma ciò che colpisce di più nei caratteri di questi non rispondenti al quesito è l’orientamento politico (misurato dalle intenzioni di voto). Anziché essere, come accade solitamente, distribuiti uniformemente o quasi in tutto il campione, essi sono infatti concentrati in due categorie ben precise di intervistati: gli elettori del Pd (ove le risposte «non so» raggiungono il 21%, vale a dire più di uno su cinque) e gli indecisi o i tentati dall’astensione (19% di «non so» alla domanda sull’atteggiamento da tenere verso i flussi migratori). È dunque nell’elettorato del Partito Democratico (e tra gli indecisi) che più si è manifestato il disorientamento: tanti, tra gli intervistati votanti potenziali del Pd hanno risposto «guardi, io non so più cosa pensare, non so proprio più cosa dirle».

La questione è seria. I ripensamenti sono segno di chi sta ammettendo che il flusso dei migranti è diventato ingestibile e che la politica del Pd ha sbagliato in qualcosa di veramente importante che ha messo in ginocchio il nostro paese.

La verità, probabilmente, è che il problema è sempre esistito, ma in vista delle elezioni la tematica è diventata un punto saliente che prima era sottovalutato. L’Italia, forse, in questo sta dimostrando di essere unita. L’Europa ci ha lasciati soli a combattere contro i flussi del mare.

Fonte: ilgiornale

Foto: fanpage