Corona, schiaffo del giudice: deve restare in carcere. Lui fa un gesto estremo!

Il fotografo più discusso degli ultimi anni torna a far parlare di sè.

Il tribunale di sorveglianza ha respinto la richiesta di affidamento comunitario per Fabrizio Corona. A dirlo, i legali del fotografo dei vip… Chiesa e Calcaterllo.

“Era stato chiesto che Corona fosse affidato a una comunità a 180 chilometri di distanza da Milano in un regime molto controllato, perché così operano le comunità”, tuona l’avvocato Calcaterra.

Doverosa la precisazione: la soluzione era stata individuata con il parere di tutti gli operatori del carcere, che avevano lavorato con Corona.

Non appena scoperto quanto deciso dal tribunale, Corona ha deciso di iniziare lo sciopero della fame in segno di protesta.

Il giudice, intanto, nel suo provvedimento ha richiamato la recente condanna ad un anno di carcere per un reato fiscale e i suoi comportamenti durante l’affidamento, prima di essere poi arrestato ad Ottobre scorso.

Non di poco rilievo, ricorda, le foto hot con la fidanzata Silvia Provvedi, che risalgono a Maggio 2016.

Foto credit: Libero

Fonte: Libero