Italiani in Tenda a -20°, Immigrati in Villa del 500! Scopri dove e guarda le foto!

Non basta lo smartphone, wifi, pay tv per seguire la Coppa d’Africa, cuscus al posto della pasta e tante altre “richieste”.

Il Libero quotidiano riporta che adesso per evitare le proteste degli immigrati africani, 90 richiedenti asilo provenienti da ogni angolo del Continente Nero sono in una villa del 500 a Verona.

Uno stupendo complesso cinquecentesco di proprietà della Diocesi e gestito dal Centro Cooperazione Giovanile Internazionale.

1483878704806-jpg

1483878713998-jpg

1483878722799-jpg

1483878747304-jpg

Ma non è finita qui, hanno chiesto e ottenuto un preparatore per continuare ad allenarsi. Eh si, sono scappati dalla “guerra” per allenarsi!

Il custode dell’ex convento, un signore anche lui africano, dorme col piccone sotto il cuscino: teme aggressioni da parte degli ospiti.

I responsabili del centro dosano le parole per paura di irritare gli immigrati. I residenti della zona, per rientrare a casa alla sera, fanno il giro largo e parcheggiano la macchina a centinaia di metri di distanza. Martedì, in concomitanza con la ribellione dei richiedenti asilo all’ex base militare di Conetta, nel Veneziano, una cinquantina di immigrati si erano riversati in strada bloccando il traffico e prendendo a calci le macchine in sosta.

Avevano protestato per le solite cose, ossia per la presunta scarsa qualità del cibo – accusando i responsabili della struttura anche di dargli latte scaduto, fatto che sarebbe stato smentito dalle verifiche – e per i ritardi nel rilascio dei documenti, ma hanno dato in escandescenze anche per motivi più singolari, diciamo così, ovvero per il fatto che gli verrebbe data solo l’acqua del rubinetto (la bevono milioni di italiani ogni giorno) e perché dalle 9 alle 12,30 e dalle 14 alle 16 non possono rimanere in stanza. «Mica li lasciamo per strada al freddo!» ci dice sbattendo i pugni sul tavolo del suo ufficio Fiorenzo Scarsini, direttore del Centro Cooperazione Giovanile Internazionale, insegnante in pensione. «Possiamo pulire le stanze o no? Loro possono stare nelle sale comuni, nelle aule dove abbiamo due insegnanti d’italiano o nella zona bar».

Parte degli immigrati stanno portando avanti anche uno sciopero della fame: «Fanno finta» taglia corto Scarsini. «Mangiano patatine di nascosto.

Tutto questo è ASSURDO! Gli Italiani invece sono in tenda al gelo! -20° tra la neve.

#CONDIVIDI SE SEI INDIGNATO

Fonte: Libero