LA MINACCIA SHOCK DI BERLINO: “L’Italia deve chiedere aiuto altrimenti..

L’assalto del consigliere economico della Merkel: “Roma deve chiedere un programma di aiuti”.

A Berlino già si parla di mandare la Troika in Italia.
Il nuovo esecutivo – avverte il braccio destro di Angela Merkel – dovrebbe chiedere un programma di aiuti all’Esm”.

Il Meccanismo di stabilità europeo, anche noto come Fondo salva-Stati, aprirebbe le porte ai rappresentanti della Commissione europea, della Banca centrale europea e del Fondo monetario internazionale.

Una vera tortura per il Paese che, all’indomani della bocciatura delle riforme costituzionali, va verso le elezioni anticipate.

Un’entrata a gamba tesa su Palazzo Chigi proprio quando la situazione è tutto fuorchè stabile, a partire dalla legge di bilancio sospesa a causa del governo uscente.

La Merkel per l’occasione manda avanti Wieland che sogna un’Italia nelle mani della Troika. “Il nuovo governo ha bisogno al più presto di un governo in grado di agire – spiega in una intervista al quotidiano tedesco Handelsblatt – questo Esecutivo dovrebbe chiedere un programma di aiuti all’Esm”.

I problemi economici in italia, a suo dire, sono gravi e l’errore di Renzi è stato quello di basare la sua riforma sulla Costituzione e non sui mercati e il lavoro.

Allora con molta intransigenza conclude:”chiunque si trovi a governare il Paese in futuro, deve finalmente creare le condizioni economiche necessarie per una crescita sostenibile. L’Italia ha bisogno di una politica dell’offerta vicina al mercato”.

Dunque:“Se il nuovo governo non affronterà con forza questi problemi, l’Italia non riuscirà a restare a lungo nell’unione monetaria.

Fonte: Il Giornale