Renzi e PD non reggono più…

Ha esultato troppo presto il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che a poche ore dal risultato del referendum sulle trivelle ha gongolato davanti alle telecamere per il mancato raggiungimento del quorum.

La fotografia scattata dal sondaggio dell’istituto Ixé per Agorà su Raitre racconta di un vero e proprio tracollo per il Partito democratico, con il partito renziano in calo dell’1,3%, passando così dal 33,1% al 31,8%.

Guadagna quindi terreno il Movimento Cinquestelle che grazie a un salto dello 0,9% sale dal 25,4% al 26,3%.
Godono dell’onda positiva anche gli altri partiti di opposizione, come la Lega nord che sale dello 0,6% arrivando al 14,4% e Forza Italia che recupera mezzo punto percentuale, attestandosi al 10,4%. Cresce anche Sinistra italiana che dal 6,1% è passata in sette giorni al 6,4%.
Chiude la settimana in negativo invece Fratelli d’Italia, seppur con un minimo 0,1% che la rallenta al 3,9%. Piccolo balzo per Area Popolare, cioè Ncd e Udc, che arriva al 3,3%.
Brutte notizie, quindi per i Democatrici che perdono sempre più consensi.

Fonte : liberoquotidiano